Lo specchio

 

 

Quel viso in lontananza di chi e’
quegli occhi
cosi carichi di pioggia
come tempesta mi minacciano
ma di chi sono
sento il torpore,
nubi nella mente
cariche di acqua
non riesco a vedere
non riesco a capire…
il mio sonno
si prolunga nella veglia
sei un sogno tu
o lo sono io?
Questo odore che tu hai
mi avvolge il respiro
lo possiede con violenza
e’ il dolore che mi prende
lo stomaco si
e poi in alto
come salmone controcorrente
in un fiume di dolore va’
e raggiunge il cuore.
Attonito ti osservo
la tua immagine avanza
e si presenta al mio cospetto
il volto le mani
io ti conosco
allungo la mia
e s’ incontrano le dita
sei tu che mi cerchi
sei tu che mi agogni
le tue labbra si muovono
ma non odo suoni
la tua mano
e’ fredda
senza vita il tuo battito
e dura la pelle
come l’ incontrare un muro
vedo il riflesso
le nubi si diradano
il fumo scompare
tu che mi guardi
e che vedo piangere
tu che soffri
ed urli in silenzio
tu…
lo specchio di cio’
che oggi e’
la mia vita…