Insonnie

Un altra notte
passata ad osservare
il tempo lento
passare innanzi a me
il soffitto
diventa sempre più pesante
nelle forme, nei colori
ed il tuo volto appare
come nei cinema del passato
mi giro, la sveglia
i mobili intorno
il silenzio
che di notte sancisce
il meritato riposo
non per tutti pero’
non per tutti…
il mio sguardo
continua a vagare
le due, le tre
ed ancora lì
disteso, sveglio,
immobile ad osservare
non mi alzo no
mi dovrei accorgere
del letto vuoto
resto li
fermo
ancora a sognare
il calore del tuo corpo
che illumina la stanza…