Mari tempestosi

Sono stanco amica mia
di quel mare tempestoso
che io porto dentro me
da troppi giorni,mesi e anni
perche’ si arrenda alla notte
nella culla dei silenzi
di questa mesta mia città.
Se solo amica mia
finisse la paura
l’ incertezza che mi porto
come fosse un arto nuovo
che non mi abbandona mai…
Vieni qui amica mia
che sei stata via per tanto
perche’ mai sei andata via
tu mi sei mancata molto
non ti devi allontanare
il tuo abbraccio sentiro’
cosi’ caldo e sensuale
come tante volte ormai
mi hai stretto dolcemente
e cullato nei miei istanti
di maggiore nostalgia.
Nei miei occhi ti ritrovo
nera mantide del tempo
tu che esisti sin dall’ alba
di questi giorni cosi tristi
che son da sempre vita mia..
Vieni qui mia dolce amica
danza ancora col mio spettro
ma questa volta non tradire
la promessa che mi hai fatto
oramai son pronto io
questa notte, forse domani
a fuggire via con te
nulla piu ormai mi trattiene
in questo istante del mio tempo.
Vieni qui amica mia
assaporiamo questo palpito
che la pace prenda il via
danzi insieme a noi nel buio
sin che musica vi sia
fince’ giunge il nostro tempo
ora andiamo nel silenzio
accompagna l’ anima mia
ho paura andar da solo
camminiamo lentamente
sino alle luci del mattino
quando mi risveglero’
in quel prato colorato
cosicche’anch’ io sapro
che il incubo e’ finito
che non v’e’ piu nessun mare
dentro ed intorno l’ anima mia…