Disperazioni

Non c’e’ vita non c’e’ morte
e non vi e’ giorno per cantare
non c’e’ triste ricorrenza
e nemmeno dimenticanza
e non basta la bottiglia
per riuscire si a scordare
tu ci sei
e non vai via
io non so più cosa fare
per mandarti via da me
tu che demone sei dentro
tu che altro non sai fare
se non male,
tu…
che qualunque cosa faccia
tu amore, tu ossessione
tu disdetta del mio cuore
tu che odio dal profondo
da la’ dove c’e’ il mio amore
quando penso al mio malore
ci sei tu
invisibile agli miei occhi
ma
cosi vera nel mio cuore
devasti e distruggi
meglio di quando eri
io
non sò più che fare
se non smettere di dire
qui ed altrove cancellare
per cercar di soffocare
ogni triste e dolce attimo
che pervade il cuore mio
rimembrando ciò che eri
e che non hai capito mai
in ogni istante del mio io
che tu ormai
non saprai mai…