Grazie.

…io che volevo invecchiare con te

che anche nell’ odio ti sento mio amore…
 
Grazie di esserti mostrata
senza nessuno dei tuoi falsi veli
grazie di avermi donato
l’ ultimo tuo triste ricordo
grazie di avermi illuso
con le tue meschine bugie
tu che solo questo sei
ma
grazie perche’ ora so
che dentro di te c’e’ il male.
Grazie di avermi mostrato
come si fanno i fatti
e chi davvero e’ l’ imperdonabile
grazie per aver confermato
quanta ragione c’ era nelle parole
che io gridavo mentre piangendo
dicevo che quello non era amore
grazie di avermi mostrato
che e’ vero, tu non sai amare
e come potresti, non hai un anima
non puoi certo dare…
Grazie di avermi umiliato
con il tuo ultimo sguardo d’ orrore,
grazie di avermi rubato
anni della mia vita
grazie, davvero grazie
perche’ tutto ciò
tu oggi mi hai regalato
mano per mano con il tuo ultimo amore
quando ieri nella tua lucida pazzia
piangevi un falso dolore
e mi parlavi di cuori lontani
di paure e giorni solitari
tu che un prezzo ce l’ hai
e di solo non hai proprio nulla,
grazie…
io
che volevo invecchiare con te
che anche nell’ odio ti sento mio amore
ma io impaurito me lo sentivo
perche’ serena da sola
tu certo non sai stare
ma purtroppo per un ultima volta
volevo credere ancora in te
e sorprenderti con un mio pic nik
ma la sorpresa me l’ hai fatta tu.
Grazie,
ora io so che cosa tu sei
e di certo non dimentichero’ mai,
che il mio volto tremante di quell’ ultimo istante
ti accompagni in ogni tuo giorno futuro
mentre io dall’ alto ti guardo
e tocco con mano la meschina vergogna
di tutto ciò che sei tu dentro
perche’ dentro te altro non c’e’
oltre al vuoto di un nulla che avanza
vittima solo delle tue false parole
e del mostro che sei nell’ anima
ma forse oggi lo sai anche tu
e che certo non vali nemmeno le righe
di questa ultima triste poesia
perchè gli esseri  che come te
si aggirano creando solo dolore
sbandierando falsi ideali
che della lupa han solo le fauci
e di lealta’ ne han solo per se
con purezze che mai li han sfiorati
non sanno certo cos’e’ il vero amore
ed io oggi colmo di rabbia
ti condanno a non scoprirlo mai… 
Advertisements