Uno sparo nel silenzio…

Ho dovuto lasciare il mio lungo cammino, son dovuto tornare alla mia vita, questa vita bastarda che ancora una volta mi dona vigliacca una dura prova
 
Con il tuo ultimo folle gesto
sei scomparso per sempre
nel silenzio del mattino
interroto da un boato
il suono cupo e triste 
di quel tuono di pistola
che ti ha portato via per sempre
regalando a noi che restiamo
e che ora possiam solo piangerti
il vuoto che ti portavi dentro
quel vuoto di silenzi e di dolore
con cui in questi ultimi due anni
ho imparato mio malgrado
a conoscere e conviverci…
Pensavo seriamete
di aver ormai finito
ogni lacrima di quel mare 
che mi porto dentro
invece come sempre
i miei occhi traditori
mi hanno insegnato
ancora che sbagliavo
Non ci sei piu’ amico mio
hai deciso per la vita
quella tua e di quel fiore
con cui hai creato una famiglia
costruzione fragile
che ormai era crollata
Non ti approvo, non ti apprezzo
e mai io lo faro’
perche’ se ami veramente
mai e poi mai faresti male
a quel cuor che tanto ami,
ma conosco i silenzi
provocati dal dolore
quella rabbia che da dentro
ti divora lentamente
Capisse questa vita
e chi facile di amor
parla senza riflessione
a chi in vero sa’ amare
il danno che arreca
quando questo amor fittizio
si consuma come fumo
So bene che vuol dire
vedere la tua donna
distrugger senza freno
cio’ che stavi costruendo
Ma se anche questo fosse
non è con la violenza
che si affronta questo mare,
non con odio o con rancore
si acquietano le onde
Ma se sol per un istante
si sapesse quanto e’ grande
quella triste nosalgia
che ti fa perdere ogni senso
non più musiche soavi
e sapori dolci in bocca
mai più sorrisi e goliardie
rimangon solo sogni infranti
che ti distruggono pian piano
come lenta agonia…
E ci vuol poco, cosi poco
a smarrire la ragione
che ti porta sulla via
della folle perdizione…
Hai distrutto tante vite
dolce allegro amico mio
così solo per sempre
io ti ricordero’
e ne parole di giornali
ne immagini in tv
faranno in me cambiare
il tuo viso nel mio cuore
Amico mio carissimo
ti rimpiango ormai da ore
e mentre bagno la tastiera
di questo stupido pc
penso ora a chi rimane,
al mio piccolo fratello
che ti piangerà per sempre
Addio mio caro Pier
rimarrai per sempre al caldo
nel mio cuore cosi’ affranto
da questa nuova nostalgia…
 
V.M.