Silenziosi addii

Ciao, sono ancora io
e sono qui a parlare di te
ancora una volta
ma questa e’ l’ ultima
non scrivero’ mai più niente di noi
non qui, non che tu veda
se scriverò sarà solo per me
Hai vinto tu, io
non ce la faccio più
non ho le forze per tutto questo
so dove sei, dove trovarti sai
lo so da tanto tempo ormai
e tante volte, davvero tante
ore ed ore ad aspettare te
nella mia ombra nascosto
dalla vita che sfugge
solo per un attimo ancora
vederti bene, che stai bene
anche se il viso tuo tradisce
chi come me sa cosa guardare
e scorge tutto il tuo dolore
Un istante, al tuo lavoro
alla tua casa nuova
nei tuoi locali, io, fuori al freddo
ti ho guardata mentre tu vivevi
non per disturbo, non per dolore
ma un istante solo di amore
E la mia vita, fuggita via
per anni ancora ed ancora chissa’ più
non riesco, non ce la faccio
non posso continuar così
E come una piccola barca di carta
scivola su un velo di acque ferme
mentre piango ancora
ti lascio andare, via
e mentre un vento ingiusto
ti trasporta lontano da qui
ti chiedo scusa, per la prima volta
per non aver avuto quella forza
di lottare contro quel tuo male
del tuo amore che non esce mai
Felicità, una parola grossa
quante volte l’ ho udita da te
dovevo capire il tuo disagio per la vita
ma non ho capito, ed ho pagato
ho pagato il mio prezzo per la fine
ed ora solo, ma in pace
da queste pagine ti dico addio
addio per sempre
per sempre amore mio
nonostante tutto ancora amore mio
io volo via, ancor più lontano
e che la vita tua sorrida ancora…
 
 
V.M.