Falena

 
Corpo che ti muovi nella notte
come falena impazzita per la luce
questa sera il buio ti appartiene
quanto fascino oggi il silenzio…
Tornare a casa, voglio tornare
non per un istante solamente
voglio restare in quel luogo lontano
che per un attimo mi e’ appartenuto
un istante fatto di colori
di emozioni mai più provate
Voglio tornare alla mia eternità
questa terra non mi appartiene più
sto vivendo la vita di un altro
sto respirando un aria che non è più mia
Adesso che vi sento, adesso
che vi parlo nell’ ombra
regalatemi il mio attimo di gloria
Avevi ragione, amico mio, avevi ragione
non v’e’ nulla al di là di quella soglia
quanti anni son passati fratello caro
ed anora dentro me come tempesta
risuonano le tue parole sagge
Quanta pochezza, quanta falsità
quante parole di leggeri santimenti
avevo già il giardino del mio cuore
l’ ho barattato per un sogno di speranza
Un giorno forse io ti ritroverò
ed ai tuoi piedi pregherò il tuo perdono
non ti ascoltai nei giorni del raccolto
ora io vivo il mio giusto pentimento…
 
 
V.M