Africa – Oms: 13 milioni di casi di cancro in più nel 2020

 
Dopo la malaria, la tubercolosi e l’Aids, anche il cancro colpirà al cuore dell’Africa. A dare l’allarme è l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che avverte che nel 2020 il continente nero dovrà far fronte a 13 milioni di nuovi casi.

Una lotta che allo stato attuale della stragrande maggioranza degli apparati sanitari dei Paesi africani rischia di risultare assolutamente impari. Per questo l’Oms ha lanciato un appello ai diversi Stati a dotarsi entro il 2013 di piani di controllo nazionale, di strategie di prevenzione e di trattamento e di accesso alle cure palliative.
Gli aiuti internazionali, saranno comunque necessari, sottolinea Jean Marie Dangou, responsabile della sezione malattie non infettive dell’Oms nella regione subsahariana, citato dall’edizione online del quotidiano spagnolo El Pais.
Secondo gli esperti, il 40% dei casi di cancro in Africa si può prevenire perche legati soprattutto alle infezioni come il tumore al collo dell’utero, il più diffuso (12%), provocato dal virus del papilloma, o il cancro del fegato (8%) causato dall’epatite B. Secondo Dangou, il vaccino contro il papilloma umano e l’epatite B dovrebbero entrare a far parte delle campagne nazionali di immunizzazione.
Ad oggi nel continente nero si contano 600mila morti per cancro all’anno che nel 2020, in assenza di programmi di prevenzione seri, rischiano di diventare un milione.

Articolo tratto da IlSole24Ore del 2008, ma oggi i medici impegnati sul territorio dicono che oggi la situazione è disperata e i numeri dei malati è già molto alta. Mancano le strutture adatte, le medicine per la cura ed è assente la prevenzione. CUAMM è una delle forze più operose e meglio organizzate in questa direzione, ma sono necessari più operativi e maggiore operatività, impegno e costanza.

 
 
…ed intanto che sei qui ricordati di cliccare i siti ed i sottolink. E’ gratis, ci vuole solo un minuto e puoi salvare molte vite!!!
 

THE HUNGER SITE               POR LOS CHICOS

oppure sostieni il terzo mondo adottando un bambino a distanza

ACT!ONAID.IT

per sapere come funzionano le donazioni gratuite, clicca QUI

HOME