NIGERIA – La marea nera dimenticata del Delta del Niger

Mentre l’attenzione del mondo è concentrata sul disastro ecologico del Golfo del Messico, in Nigeria, nella zona del Delta del Niger, da decenni si produce una catastrofe simile, ma ignorata da tutti.

Ne ha scritto sul New York Times, Anene Ejikeme, ricercatore presso la Trinity University di San Antonio (Texas). Dal 1958, lo sfortunato anno in cui è iniziato lo sfruttamento dei giacimenti di petrolio nella regione del Delta del Niger, si sono riversati in mare qualcosa come 13 milioni di barili di olio greggio, pari a 50 volte i quantitativi fuoriusciti in occasione dell’affondamento della Exxon Valdez.

Un’area abitata da 30 milioni di nigeriani, un tempo terra fertile dedita all’agricoltura, è stata completamente avvelenata dall’ingordigia di petrolio delle multinazionali statunitensi ed europee, e dalle concessioni facili regalate dai corrotti governi nigeriani.

Secondo un’inchiesta del britannico Guardian, in Nigeria tra il 1970 ed il 2000 ci sono state qualcosa come 7000 maree nere e si sono formati qualcosa come 2000 siti a forte inquinamento. Nessuno, in Europa e negli Stati Uniti, si è mai mosso seriamente per far pagare alle compagnie i danni prodotti, mentre molti attivisti nigeriani sono scomparsi in circostanze poco chiare o sono stati uccisi.

 


Fonte: Blogosfere (Sostenibile, 25/06/2010) 
 

…ed intanto che sei qui ricordati di cliccare i siti ed i sottolink. E’ gratis, ci vuole solo un minuto e puoi salvare molte vite!!!
 

THE HUNGER SITE               POR LOS CHICOS

oppure sostieni il terzo mondo adottando un bambino a distanza

ACT!ONAID.IT

per sapere come funzionano le donazioni gratuite, clicca QUI

HOME