Emergenza in Africa orientale, AGIRE: «Ennesimo rinvio, ma il tempo sta per scadere»

Il vertice odierno alla FAO ha rimandato ogni decisione alla conferenza sugli aiuti prevista per mercoledì prossimo a Nairobi. Per il segretario generale dell’Onu per fare fronte alle conseguenze della siccità nel Corno d’Africa servono 1,6 miliardi di dollari entro la fine dell’anno

Roma, 25 luglio 2011 – «A conclusione del vertice odierno convocato alla FAO per discutere dell’emergenza in Africa orientale, i Paesi donatori si sono dati un nuovo appuntamento alla conferenza sugli aiuti prevista per mercoledì prossimo a Nairobi. L’ennesimo rinvio per una crisi che era stata ampiamente annunciata delle organizzazioni umanitarie e che per mesi è rimasta colpevolmente dimenticata», dichiara Marco Bertotto, direttore di AGIRE – Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze.

Secondo il segretario generale delle Nazioni Unite, occorrono ulteriori 1,6 miliardi di dollari entro la fine dell’anno per fare fronte alle conseguenze dirette della siccità che ha colpito circa 11 milioni di persone in Kenya, Somalia, Etiopia e Gibuti. La richiesta è inferiore alla metà dei fondi che nel 2010 erano stati resi disponibili da governi e privati cittadini per rispondere al terremoto di Haiti.

«Il tempo sta per scadere ed è difficile spiegare alle centinaia di migliaia di persone che le ONG di AGIRE stanno cercando di soccorrere le ragioni di questo ulteriore rinvio. A Nairobi, i paesi donatori avranno l’ultima possibilità per rispondere a una crisi che il ministro dell’Agricoltura francese ha oggi definito “lo scandalo del secolo”. Se anche quest’occasione sarà persa, la comunità internazionale si sarà resa corresponsabile di una gigantesca, quanto evitabile, crisi umanitaria», conclude Marco Bertotto.

AGIRE ha lanciato un appello congiunto di raccolta fondi per sostenere gli interventi in corso nella regione. Per offrire il proprio sostegno al momento sono stati attivati i seguenti canali:

    • sms al 45500 per donazioni da 2 euro da cellulari Tim, Vodafone, CoopVoce e Poste Mobile o chiamando lo stesso numero da reti fisse Telecom Italia e TeleTu (fino al 12 agosto);
    • online con carta di credito o conto Paypal sul sito www.agire.it;
    • con carta di credito al numero verde 800.132.870 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 19,00);
    • con bonifico su conto corrente di Banca Prossima. IBAN IT 79 J 03359 01600 100000060696 – Causale “Emergenza Africa Orientale”;
    • tramite bollettino postale sul conto corrente n. 85593614 intestato ad AGIRE onlus, via Aniene 26/A – 00198 Roma. Causale Emergenza Africa Orientale;
  • con assegno bancario non trasferibile intestato a AGIRE onlus, Causale Emergenza Africa Orientale. Inviare in busta chiusa a: AGIRE onlus, via Aniene 26/A – 00198 Roma.

AGIRE è il meccanismo congiunto di raccolta fondi di 12 tra le più importanti e autorevoli organizzazioni non governative presenti in Italia che hanno scelto di unire le loro forze in soccorso alle popolazioni colpite dalle più gravi emergenze umanitarie. Nove ONG di AGIRE già presenti in Africa orientale – ActionAid, AMREF, AVSI, CESVI, CISP, COOPI, INTERSOS, Save the Children, VIS – hanno aderito a questo appello d’emergenza.


DONA ADESSO
Sostieni i progetti di AMREF

…ed intanto che sei qui ricordati di cliccare i siti ed i sottolink. E’ gratis, ci vuole solo un minuto e puoi salvare molte vite!!!

www.thehungersite.com  ——————-  www.porloschicos.com

oppure sostieni il terzo mondo adottando un bambino a distanza con

www.actionaid.it

HOME

web analyticsweb analytics

Annunci